martedì 17 maggio 2016

Cosa ho imparato facendo GIF virali

All'incirca da qualche annetto, sono ritornate in voga le GIF. Diciamo che ad un certo punto, Facebook ha capito che implementarle avrebbe portato solo benefici. Prendete un sito come 4chan: un portale di imageboard dove ognuno posta gif ed immagini di ciò che vuole e crea discussioni tematiche, divise in categorie. La cultura dei meme deve la sua espansione proprio a siti del genere. Ma cos'è realmente una gif? È una clip video sprovvista di audio di una durata brevissima che può contenere un animazione, una scena di un film, ma principalmente un messaggio. La Gif infatti è uno strumento per poter raccontare una breve storia, ma anche un frammento di storia, una frase particolare, o un emozione. E spesso, molto spesso, le aziende possono sfruttare questo mezzo per poter promuovere i propri prodotti e servizi.

Infatti, circa 4 mesi fa, mi apparvero sulla mia bacheca queste due GIF



Si tratta di due Gif che promuovono Plastic Bottle Cutter un utensile finanziato su Kickstarter in grado di sfilettare completamente le bottiglie di plastica e riciclarle per la vita di tutti i giorni. Meglio dei Miracle Blade serie perfetta insomma.

La campagna Kickstarter si è conclusa con un enorme successo, superando più di 350.000 € (a confronto degli 8.500 richiesti).

Decisi quindi di studiare meglio il fenomeno delle Gif nei mesi successivi iniziando a crearne di mio pugno. Ho aperto un canale GIPHY (sito specializzato nella creazione e condivisione di GIF) e ho cominciato a sperimentare.

ESEMPIO 1


Come prima gif, presi un vecchio video che pubblicai per Drink Oppio che prendeva la famosa scena di Hitler in bastardi senza gloria con l'aggiunta di una scena girata da me (e dal braccio del mio caro amico Giovanni Frusciante) e la trasformai in una gif, sostituendo l’audio del video originale con dei sottotitoli e aggiungendo il watermark di Drink Oppio.

Dopo la fase di realizzazione, segue la fase di condivisione. Essendo questo un contenuto studiato per essere presumibilmente divertente, ho contattato i maggiori portali per informargli della gif.
dopo un po’, la vignetta ha cominciato a girare per i social, in maniera spontanea, senza una mia spinta.
Ecco qui un paio di esempi:





In questo secondo esempio, qualcuno ha rinominato il post con un nome molto più diretto del mio "Algebra with Hitler"





Questi screenshot sono più o meno quelli di maggior rilevanza che sono riuscito a trovare, ma so di parecchie altre pagine che hanno fatto girare la Gif, a volte rinominando il titolo, a volte postandola senza nessun titolo. Purtroppo, vedere i dati statistici di una Gif è molto più difficile che con un video Youtube e quindi non posso darvi un numero esatto.

Vediamo in dettaglio cosa contiene:

  • Una scena famosa di un film (non sapere il film significa non capire l’ironia della vignetta)
  • Non c’era nessun prodotto da vendere, solo l’assurdità comica nella storpiatura di pronuncia tra Nein (tedesco) e Nine (inglese).
  • Un watermark di riferimento (@drinkoppio)



COSA HA PORTATO QUESTA GIF:

  • Guadagno in euro: Zero
  • Nuovi iscritti a Drink Oppio: si contano su una mano



Bene, come potete vedere dai risultati, inserire una gif divertente sul web, fa divertire milioni di persone che nel giro di qualche minuto avranno già dimenticato la cosa.

Ma questo era solo il primo esperimento, vediamo i successivi.

ESEMPIO 2


Per un periodo di tempo e per esercitarmi sulla creazione delle gif e dei video, ho cominciato a crearle per la pagina di Sborropippo, fumetto creato dal collettivo fumetti disegnati male e più nel dettaglio dagli amici Spyro, Mattioli II e Lario3 (li ho scritti in ordine numerico).

Questi contenuti erano destinati ai fan del fumetto, bastava principalmente inserire la frase “LE SEGHE!” da qualche parte, cercando di far ridere loro o far ridere me confondendo le menti dei lettori con cose strane. Qui di seguito un video creato da me, video da cui poi è stata tratta anche una Gif (che si trova tra i commenti)




Vediamo in dettaglio il contenuto:

  • Il protagonista principale del fumetto
  • Il tormentone del fumetto.
  • Nessun watermark


Le GIF e i video venivano caricati direttamente sulla pagina del fumetto, accompagnate in descrizione dal nome del creatore del contenuto (cioè io) più la mia Fan Page (cioè Drink Oppio).

COSA HANNO PORTATO VIDEO E GIF:

  • Guadagno in euro: Due commesse per dei video
  • Nuovi iscritti a Drink Oppio: intorno ad un centinaio



In questo secondo esempio abbiamo finalmente affrontato un argomento, per molti delicato, quale LA VISIBILITÀ. Infatti grazie al Tag, è stato più semplice risalire a me e di conseguenza il traffico si è spostato con un interesse verso le mie creazioni.

Passiamo al terzo ed ultimo esempio


ESEMPIO 3




Questa è una GIF che ho realizzato per una delle invenzioni brevettate di mio padre, Omni-Joint, il giunto meccanico per smontare e rimontare porte, finestre ed elementi d’arredo. Per fare un esempio: avete una porta a vetro? Il vetro si spacca? Smontate la porta, sostituite il vetro e la rimontate senza problemi. Si tratta di un buon modo per far tornare a lavorare gli artigiani con prodotti di qualità che ormai si stanno rassegnando tutti per colpa di colossi come IKEA e chi passa le giornate nei loro store. Ragazzi, io una volta ci sono stato li dentro: quel posto è la morte dell’artigianato, è la morte di un mestiere che si sta abbandonando. Pensateci la prossima volta che vi comprate qualcosa lì dentro.

In conclusione:

SI GUADAGNA CON LE GIF? 

No, ma quelle fatte bene girano molto, funzionano in maniera perfetta se mostrano un prodotto innovativo, o un animazione particolare. Per esempio su Giphy c’è tutta una sezione dedicata agli animatori, da tenere sott’occhio soprattutto per i fumettisti in ascolto.

QUINDI I WATERMARK NON SERVONO A NIENTE? 

Lasciare un watermark, sembra inutile, ma non sempre: forse bisogna inserire un vero e proprio logo o il simbolo di FB, con la mia GIF Mashup di Breaking Bad ha funzionato meglio che con @drinkoppio





PERCHÈ CONVIENE LO STESSO FARLE? 


Perchè Facebook ormai è un portale di imageboarding e da risalto ai vostri contenuti, ricordate che la visibilità di Facebook funziona che appena pubblicate qualcosa quella verrà mostrata solo al 10% dei vostri fan collettivi, quindi avere fan acquistati con inserzioni inciderà sulla vostra percentuale e per aumentare questa interazione c’è bisogno delle interazioni altrui (in ordine di importanza: condivisioni, commenti, reazioni emotive, mi piace). Non pagate le inserzioni di Facebook, non serve a nulla se non postate regolarmente dei contenuti come in una vera e propria redazione giornalistica. Quindi, date risalto alla vostra presenza social con le gif. Conviene.


Il mio consiglio resta questo: Non fatevi mai pagare in visibilità ma proponete contenuti gratuiti ad amici e contattate le Fan Page a cui possono interessare i vostri lavori (sia che siate artisti, grafici o altro). Questa mia scelta di creare contenuti gratuiti ha portato a dei risultati positivi.



Ho continuato e continuo a produrre Gif da circa due mesi, iniziando anche a creare contenuti per le aziende, Contenuti per Fan Page amiche,  Mashup e altra roba. Per chi vuole una consulenza o consigli tecnici resto a disposizione se passate da qui.



UPDATE

Per via di questo articolo, Antonella di Biase mi ha intervistate su 
MOTHERBOARD ITALIA 

EVVIVA!


E ora un po’ di aggiornamenti vari:


  • Non aggiornavo questo blog da anni, per l’occasione, ho aggiustato la grafica con le ultime cose che faccio dato che il mio sito turelcaccese.com se lo sono comprato i cinesi (non ho potuto pagare i domini per qualche mese). Il mio altro link che tengo aggiornato è quello del Portfolio.
  • Ho fatto il pilota di una serie di documentari dal titolo “Evolution of Devolution” in collaborazione con MatthewCatCap, potete cliccare qui sotto e vederlo per intero. Se vi piace, fate girare il video, oggi per essere presi in considerazione, la gente guarda solo il totale delle views di un video.





  • La questione LOKEE: Per anni ho avuto la fortuna di collaborare con questo splendido sito gestito da altrettante splendide persone che non solo mi hanno permesso di pubblicare i miei articoli ma hanno creduto in me. Insieme con loro anche una community che con gli anni continuo a sentire regolarmente. Purtroppo la redazione ha affrontato un momento molto difficile e questo ha inciso sulla priorità nello scrivere articoli sul sito. Quindi al momento, dato che anche io ho altre priorità, non sto più scrivendo regolarmente. Per fortuna, almeno stavolta, gli articoli sono rimasti disponibili sul web a questo link.
  • La questione DRINK OPPIO STAGIONE 2 e ABSOLUTION & REFLECTIONS: Non sto pubblicando più fumetti perché fare fumetti gratis non è una cosa che possono permettersi di fare tutti, quindi mi dispiace, ma per il momento non ne vedrete altri.
  • I LIBRI TURELLICI: La metà dei miei libri sono gratuiti, gli altri sono a pagamento solo perché ci sono le copie stampate già pronte, è rimasta qualche copia di "Je Suis Chapeau" stampate dagli abusivi, prendetevele perché non le vedrete mai più in commercio (Un po' come fa Ratigher ma con meno pressione psicologica).


Potete andare sullo Shop degli Abusivi a questo link (dove sta in offerta) o passare sul Patreon (dove non sta in offerta ma le spese di spedizione sono incluse)